Dragon Boat

CAGLIARI - Coppa di San Saturnino 27/10/2018

Esperienza come sempre EMOZIONANTE.. da Bergamo la squadra partita al completo per esserci non tanto per vincere, ma per partecipare tutte insieme ad un evento dove le protagoniste sono state le TANTISSIME DONNE IN ROSA e NON SOLO, Unite per dimostrare a tutti che il Dragon Boat è uno sport di vera condivisione ed un veicolo importantissimo per promuovere la cultura alla prevenzione.

Chi ha assistito alla manifestazione è stato contagiato da questa onda rosa e Noi speriamo che qualcuna delle donne che si trovavano ad assistere sulla battigia oggi si soffermi a pensare quanto sia importante PREVENIRE piuttosto che CURARE.

INSIEME PIÙ FORTI!!!!

PS: Abbiamo “portato a casa” il 1 posto e non neghiamo di essere molto felici anche per questo traguardo che per la nostra squadra Cuore di Drago nata dal progetto dell’Associazione “Battere il Tumore a colpi di pagaia”, autodidatta , senza fondi ne sponsorizzazioni, è linfa per continuare nonostante le difficoltà a proseguire sempre con passione, dedizione e coerenza.

AVANTI TUTTA!!!!

 

Battere il Tumore a colpi di pagaia

Un'avvincente sfida quella lanciata dall'Associazione "Cuore di Donna": battere il tumore a colpi di pagaia. Nasce nel 2013 "Cuore di Drago", una squadra di donne che con entusiasmo aderiscono al progetto dell'Associazione che promuove sul territorio bergamasco, e più precisamente in Val Cavallina, il dragon boat. L'Associazione attraverso questo progetto intende testimoniare i benefici che questa disciplina sportiva può portare nel corpo, nella mente e nelle relazioni. E' un modo per mettersi in gioco in maniera singolare, stimolante e nuova, perchè il dragon oltre ad essere sport, divertimento, vita sociale, potrebbe diventare anche un supporto alle classiche forme di sostegno terapeutico-riabilitativo oncologico sopratutto per le donne operate al tumore al seno che soffrono di linfedema.

Provare per credere! Progetti come questo, sono stati portati avanti anche dalle amiche di Roma e Firenze con ottimi risultati. Insieme si sta lavorando per far conoscere questa disciplina anche sotto l'aspetto medico. Sappiamo che il cammino è lungo e tutto in salita, forse la vetta potrebbe sembrare irraggiungibile, ma le donne di quest'Associazione sono abituate a non arrendersi mai e guardare al futuro. Con Cuore di Drago per ora è stato raggiunto un importante obbiettivo: condivisione per chi affronta il tumore e non, di momenti spensierati sulle placide acque del lago d'Endine.

dragon_1